Casoli Val di Lima

Casoli Val di Lima è un paese medievale del Comune montano di Bagni di Lucca a 568 metri sul livello del mare.
E' costruito sopra uno sperone di roccia a picco, che culmina nel Balzo della Lezza, inaccessibile e a strapiombo sul torrente Lima, guardando le Strette di Cocciglia.
Unisce interessi naturalistici ad interessi culturali, con i resti della sua fortezza medievale e con la chiesa romanica di S. Andrea al Lago, entrambe ormai dirute. Lo stesso appartamento "Le Casine" ha una datazione molto remota, probabilmente coeva di parte della pieve anche se completamente ristrutturata e dotata di ogni conforts, Mentre l'appartamento La Torretta e le camere delle Fate e delle Guardie si trovano in una struttura del secolo XVIII, per la costruzione della quale furono usate pietre medievali dell'antico castello.

Per giungere al paese è necessario attraversare la Lima, percorrendo l'antichissimo Ponte Maggio.
La strada, stagliata nella roccia, si snoda in ripidi tornanti per la costa di ponte consentendo una bella vista sul Balzo Nero, sul monte Memoriante e sui Paesi di Vico Pancellorum e Limano. Dopo la località di Grotticelle essa diviene pianeggiante fino al solco di fontana vecchia da cui si scorgono, sulla destra, le prime case del paese.
Arrivati in piazza, dopo aver obbligatoriamente lasciato l'automobile, che è possibile parcheggiare nell'apposita area riservata agli ospiti dell'agriturismo, è possibile salire fino alla località detta "Castello", attraversando a piedi il paese, per circa 300 mt.
Superando l'oratorio dedicato alla Madonna di Loreto, si incontrano due portali in pietra, uno dei quali datato 1489. Una piccola strada sulla destra conduce alla parte bassa del paese: è la via della Mora, dove è possibile osservare, in un'abitazione diruta, una pietra in arenaria (cm 65x25), su cui è incisa, con notevole chiarezza, un'iscrizione longobarda in caratteri gotici.
Tornando sulla strada principale, si imbocca la via della chiesa che conduce alla chiesa romanica principale. A metà strada, sulla sinistra, si nota il piazzaletto di casa Chelini con il settecentesco pozzo.
Pochi metri più avanti la via della Villa porta a casa Mariani, fino alla metà del secolo scorso sede di un convento di Cappuccini.
Proseguendo ancora si aprono a destra le volte: un androne immerso nella semioscurità, dove ogni anno le rondini ricavano i loro nidi. Pochi passi ancora e si arriva alla Chiesa principale di S. Donato anch'essa di origine romanica, databile intorno all'anno 1000.
A fianco della Chiesa si trova la torre campanaria, oggi tornata all'antico splendore dopo un accurata opera di restauro.
Percorrendo lo stradello che passa di fianco alla chiesa, dopo 20 mt. si giunge all'appartamento "Le Casine", in cui sono ricavate anche le camere "del Codirosso" e "delle Rondini".
Percorrendo per altri 100 mt. la "Via del Castello" che sale sul lato destro del sagrato della Chiesa di S. Donato, si arriva alla località detta "Castello", dove si trovano l'appartamento "La Torretta" e le camere "delle Fate" e "delle Guardie", ai piedi delle quali si trova la piscina. Poco più avanti è possibile scorgere i pochi resti dell'antico castello e la maestosa quercia ultrasecolare che domina su tutta la vallata.

Dal piazzale della Chiesa divergono due strade: quella a destra porta ai resti dell'antico castello e quella a diritto al Balzo della Lezza, per toponomastica memore forse di antiche battaglie, posto a strapiombo sulla Lima. In questo tratto di terra, ancora incontaminato, è possibile visitare una grotta detta dei Pipistrelli e, se si è fortunati e rapidi con lo sguardo, ammirare daini. Dalla parte opposta del paese, percorrendo a piedi le selve di castagni, è possibile raggiungere, sul colle di S. Andrea, posto ad un'altitudine di circa 700 metri, il Lago, in epoche immemorabili esteso per oltre 6000 mq.
Attualmente si distingue con chiarezza il perimetro del più grande lago a forma ellissoidale, prosciugato per 5/6 della sua superficie, chiuso da alte e ripide sponde che sembrano quasi opera non naturale, ma della mano dell'uomo.
Questa porzione di terra ancora incontaminata è caratterizzata dalla presenza di castagni plurisecolari, che producono castagne carpinesi da cui si ricava l'ottima farina di neccio dell'azienda agricola che prende nome dal Lago stesso.
In questi boschi, data la limitata presenza dell'uomo, è possibile ammirare molti animali selvatici nel loro habitat naturale.

La natura della Val di Lima è molto generosa verso gli amanti dello sport. Gli escursionisti che amano il trekking e la mountain bike hanno a disposizione numerosi sentieri panoramici per tutti i livelli di abilità. Le vette della catena appenninica sono ideali per il parapendio. Le acque impetuose del torrente Lima richiamano gli appassionati di rafting, inoltre vi sono alcuni maneggi che offrono passeggiate ed escursioni a cavallo nei sentieri incantati della Val di Lima.


Agriturismo Il Lago 55020 Casoli - Bagni di Lucca (LU) - P.Iva 01651730465 - tel. 0583.809358 cell. 335.1027825 - info@agrilago.it